MARCO AMBROSI

Nato nel 1959, è da sempre preda dell’amore per le immagini. A vent’anni comincia a lavorare come fotografo di architettura, quindi esplora nuove forme di espressione e si specializza in still-life e immagini surreali. Ha per molto tempo lavorato solo in campo pubblicitario coltivando varie passioni: letteratura, musica, pittura, cinema, grafica. 

Vive e lavora a Verona. Nell’elenco delle sue collaborazioni figurano nomi come McCann Erickson, J.W. Thompson, TBWA, IN-ADV, VERBA DDB, Leo Burnett, Euro RSCG, Armando Testa per le quali ha relizzato immagini per clienti quali Alitalia, CocaCola, Olivetti, Coop Italia, Fiat, Lancia, Ferrari Spumanti e molti altri.

Con il tempo l’amore per le immagini patinate si è stemperato, per trasformarsi in un vivo interesse per l’uomo e le sue culture, esplorate e raccontate in forma di serie. Questa evoluzione ha ulteriormente stimolato il suo interesse per le arti, e con questo la sua voglia di relazione e scambio.

I suoi lavori sono stati pubblicati in “La Serra Oscura” con testo di Luca Beatrice, in “Da ogni contrada vicina e lontana” con testo di Giuliana Scimè, in “Portraits in Black”, con testo di Gigliola Foschi, in “Young Days” con testo di Arianna Rinaldo.
Ha esposto in personali e collettive in Italia, Polonia, Spagna, Gran Bretagna, Grecia, Francia, USA, Germania, Cina, Nigeria, Senegal, Repubblica Slovacca.

Il pubblicitario e l’autore convivono con l’animatore culturale. Ha insegnato presso il Dipartimento di Arti Visive e Performative della Kwara State University, Nigeria; presso l’Accademia di Belle Arti Cignaroli in Verona; presso il campus italiano della Illinois University. Collabora stabilmente con PREFACE, ente formativo che promuove e coordina le attività formative in diversi istituti penitenziari francesi. Collabora ai percorsi di convenzione fra l’Accademia di Verona e le Aziende Sanitarie di Verona e di Mantova coordinati dalla Dott.sa Daniela Rosi tenendo laboratori di espressione per persone con disturbi psichiatrici.

Annunci